Ninja Padrino: 2 film in 1?in Asia si può

ninja padrino

Ninja e gli Scorpio si odiano a morte e si affrontano in una interminabile serie di sparatorie e corpo a corpo per la conquista della supremazia.

Avete presente quel tizio, quello diventato famoso con i have a pineapple , i have a pen e via via sapete come prosegue ?? bene Ninja Padrino segue lo stesso esempio solo anticipando l’idea negli anni 80.

Ho delle scene girate negli USA con dei ninja ? ho delle scene di un film sulla Yakuza girate in Asia? le unisco un po’ a casaccio con delle motivazioni fra il nullo e pattafix e ottengo Ninja Padrino.

Dietro alla pellicola un criminale internazionale di nome Joseph Lai, un vero e proprio produttore seriale che ha superato le 100 pellicole prodotte.

La parte asiatica della pellicola, che ricordo a tutti non è quella ninja, è anche salvabile, una tipica storia di vendette fra bande mafiose di Hong Kong. Una storia in cui paradossalmente anziché fare capriole e dare colpi di katana preferiscono andare di Chop violentissime, come direbbe un certo Giacomo Ciccio Valenti.

La parte occidentale invece è stata montata appositamente a posteriori, per aumentare la possibilità di diffusione internazionale della pellicola. Come uomo chiave Lai ha chiamato un altro esperto di “cineomicidi ” e leggenda incontrastata dei Ninja di serie WTF, l’inimitabile Richard Harrison con il suo personaggio Master Gordon.
Un ninja talmente esperto che la regia c’e lo mostra mentre crea le sue armi in giardino con il metodo Ikea oppure mentre sbattendosene di ogni principio ninja affronta gli avversari con una tuta gialla canarino sul quale porta in bella mostra il copri-fronte alla Naruto con scritto NINJA perchè insomma, a lui non frega nulla . Ovviamente Master Gordon sconfiggerà un intera banda di criminali da solo durante i suoi intermezzi nel film, in simpatici duelli 1 vs 1.

Incredibile la presenza di una canzone degli A-ha nella soundtrack, probabilmente all’insaputa del noto gruppo anni’80.

Ninja Padrino è un film da vedere in maniera cosciente, sapendo di farsi volutamente del male,