Tekken – The Animation (1997)

Una delle saghe videoludiche più  famosa al mondo è quella di Tekken , videogioco appartenente alla categoria picchiaduro e prodotto dalla Namco , il primo episodio ha fatto la sua comparsa nelle sale giochi nipponiche nel 1994 ma noi abbiamo potuto metterci le mani solo un anno più tardi, nel 1997 il mondo arcade testava le potenzialità del terzo capito,Tekken 3 mentre in Giappone usciva questo OAV formato da 2 episodi di circa 30 minuti l’uno ma distribuiti praticamente da sempre in un unica confezione.

 

Tekken – The Animation mostra una storia in parte diversa da quella dei videogame, prendendo spunto da elementi narrativi dei primi 2 capitoli usciti per PSX ma focalizzandosi sul primo Iron First Tournament e sulla storia amorosa travagliata di Jun e Kazuya,un buono spazio verrà destinato anche alla rivalità fra quest’ultimo ed il suo fratellastro Lee Chaolan e alle investigazioni contro l’impero di Heitachi Mishima da parte di Jun e Lei Wulong  .

Escludendo i personaggi citati pochi altri avranno degno spazio è andata relativamente bene a Jack-2,Roger il canguro,le sorelle Williams ,Michelle ed il Doctor Boskonovitch che saranno parte dell’anime se pur in ruoli considerabili marginali, totale stupro narrativo nei confronti del dinosauro geneticamente modificato Alex …che qui diventa una truppa di dinosauri anzichè unico esemplare e che guadagna poteri come l’invisibilità ( ecco da dove hanno fregato L’indomitus Rex quelli di Jurassicc World) .

Se siete amanti di King, Armor King, Yoshimitsu, Kunimitsu, Marshall Law,Baek Doo San e Paul Phoenix beh voi avrete la soddisfazione di vederli solo qualche secondo,senza sentirli parlare e senza sapere esattamente cosa stiano facendo,avrebbero meritato tantissimo spazio in più, un vero peccato.

Guardarlo oggi per gli appassionati della saga è un esperienza strana,il rooster si è espanso a dismisura a partire da Tekken 3 (Eddie per esempio ) regalandoci personaggi molto amati che qui ovviamente ancora non esistevano e costringendo la mente Nerd a ricostruire storie e motivazioni dei personaggi

Avrei preferito vedere una quantità maggiore di personaggi con conseguentemente un numero maggiore di stili di combattimento realizzati,quelli mostrati invece avranno la caratteristica di essere piatti e mai del tutto diversificati come dovrebbero.

Un classico anime per appassionati,un mezzo per il fanservice Namco,nonostante molti punti che fanno storcere un pochino il naso risulta gradevole e leggero.

Stay Tuned