The Institute ( 2017 )

Isabel Porter è una debuttante  del 19 secolo i cui genitori sono appena morti e per questo motivo sta cercando sollievo dal suo dolore con un ritiro all’interno dell’istituto psichiatrico Rosewood, il quale dietro le apparenze nasconde inquietanti segreti.

The Institute è un thriller che vede alla regia Pamela Romanowsky ( Le verità sospese ) e James Franco ( 127 ore ) su di una sceneggiatura scritta da Adam e Matt Rager ( As I Lay Dying ), ambientare un film di questo genere con tinte un pochino horror in un ospedale psichiatrico è un grande classico oltre che una location ideale, soprattutto se ci si piazza la scritta tratto da una storia vera e la si riporta ai propri anni d’oro ambientando il tutto nel passato,peccato che nonostante le premesse iniziali siano interessanti la pellicola non offre ad esse il giusto supporto.

Il risultato è un opera dalla sceneggiatura poco solida dove spesso le motivazioni dei personaggi vengono stiracchiate e sforzate al punto da sembrare assenti o casuali, mentre alcune scene specie quelle più truculente ( a livello di splatterume siamo scarsini ) come quella di un’orgia alla Eyes wide Shut ( ma con più violenza ) risultano discretamente riuscite, peccato che l’insieme non sia dello stesso livello, forse colpa dei 2 cervelli in cabina di regia.

I dialoghi passano da citazioni interessanti di Edgar Allan Poe a banalità inascoltabili con una rapidità incredibile, nel cast oltre a James Franco stesso ( tristemente finto baffuto ) abbiamo la protagonista Allie Gallerani, Pamela ‘ correvo sulla spiaggia a rallentatore ‘ Anderson, Josh Duhamel ( Transformers ) e Zoe Bleu, sicuramente la sceneggiatura non li ha aiutati però le loro prestazioni sono sufficienti.

The Institute invece non lo è per nulla, ben sotto lo sbarramento del 6, il twist finale lascia presagire che il tutto in origine potesse essere stato preparato per essere il pilot di una serie poi bocciata e riadattata ( non al meglio ) in un lungometraggio dall’inconsistente finale, evitabilissimo.

Stay Tuned.

 

  • 5/10
    Voto Globale - 5/10
5/10