Rogue One : A Star Wars Story ( 2016 )

Probabilmente questo film avrebbe avuto successo anche se lo avessero chiamato Rogue One : A fan service Story , perchè in fondo l’opera messa in piedi da Gareth Evans ( Monsters , Godzilla ) è esattamente questo , puro distillato di servizio ai fan di Star Wars gentilmente offerto da mamma Disney per essere bevuto ancora caldo aspettando le feste di Natale .

La natura dell’operazione era nota a tutti da tempo ed altrettanto ignorata dai fan , cioè per anni l’universo di SW è stato espanso sotto ogni formato possibile quindi è inutile lamentarsi,bisogna solo lasciarsi andare e far scorrere le oltre 2 ore di film per scoprire che diamine , questo tappabuchi palese è una cosa bellissima .

Premio drone simpatia
Premio drone simpatia

Ha limiti ovvi sia chiaro , stiamo parlando di uno stretto parcheggio in retro fra 2 macchine piazzate li anni prima e con un folto numero di osservatori pronti a chiamare la polizia se la sceneggiatura tocca le auto in sosta,ma Rogue One non tocca nulla gli sceneggiatori si aiutano con specchietti e sensori per parcheggiare con leggiadria il loro star destroyer nella galassia lontana lontana, tutto questo metaforone per dire che siamo dinnanzi al tipico film in cui un gruppo di personaggi in chiaroscuro morale incrociano le loro vie per una missione comune , non siamo al livello dei vari Quella Sporca Dozzina, Il Mucchio Selvaggio, I Sette Samurai-I Magnifici Sette , è pur sempre un film del franchise SW che prende le decisioni semplici ai fini di non complicare la storyline dei precedenti cronologici  e successivi in ordine di storia.

Però non siamo alle prese con un ” solito ” Star Wars , Rogue One vive di sfumature diverse , via la battaglia ancestrale fra bene e male e dentro la guerra vera, sporca e cattiva che riempie gli uomini di decisioni discutibili ed il campo di cadaveri, i ribelli non sono i cuori puri, i supereroi senza macchia , sono sabotatori, traditori , spie ed assassini che spesso escono da contesti difficili e che si muovono nell’ombra, le battaglie di questo Star Wars Story sono ben fatte sia quando si tratta di Guerre Spaziali sia quando siamo nel campo della fanteria, riportare in vita Peter Cushing digitalmente dopo più di 20 anni è una scelta discutibile anche se ben riuscita ,credo nel migliore dei modi fattibile ad oggi : 12 – 2016 in un film , Michael Giacchino ( Lost ) ha cercato di imitare per tutto il tempo le musiche di Williams ed ovviamente il risultato funziona .

La scimmia all’annuncio del film era già in fila travestita da clone con la spada laser ( sarebbe la cosa più f..a di sempre …prendete nota ),poi una vocina ha detto Donnie Yen ( IP Man )  nel cast  e li sono volati calci a tutti per ottenere subito i biglietti , insieme a lui troviamo anche Felicity Jones ( La teoria del tutto ) , Diego Luna ( Elysium ) ,Mads ‘ Hannibal ‘ Mikkelsen ,Forest Whitaker ( Platoon ) , una buonissimo livello recitativo ,in generale i personaggi sono sviluppati in modo semplice e perfettamente funzionale; numerosi piccoli riferimenti alle altre opere del franchise sono presenti qui e là per le scene come una bella prova di memoria per i veri fan e poi c’è tuo padre …cioè intendevo Vader , poco minutaggio a schermo e con un ‘  sotto collo ‘  fatto con la stessa gomma dei costumi delle tartarughe ninja anni 80\90 ,ma quando appare è sempre festa per tutti .

Rogue One è un bel film , meglio del risveglio della forza , ovviamente da vedere per tutti i fan di SW , ma per le sue piccole diversità va bene anche per chi non lo è mai stato , diciamo che fra tutti i vari progetti di spin – off questo era quello che mi incuteva meno paura .

Che la forza sia con voi .