The gift (2015)


Simon, uomo ambizioso, convintissimo delle sue possibilità, si trasferisce con sua moglie Robyn nel posto in cui è nato e cresciuto, accettando un offerta di lavoro che dovrebbe concedergli, in poco tempo, il salto definitivo di carriera, ma un incontro casuale però sembra portare a galla oscure situazioni passate.

L’attore Joel Edgerton(Wariors) si mette alla prova con un thriller psicologico che lo vede non solo debuttare alla regia ma anche lavorare come sceneggiatore e co-protagonista,un impresa sicuramente non facile ma che Joel sa mio parere ha portato a termine molto più che dignitosamente.

Una sceneggiatura che cammina su di un sottilissimo filo di tensione, dando sempre l’impressione di stare per cadere giù ,ma senza mai finire nel baratro, era facile spingere su di un tasto sbagliato e finire nel territorio degli horror stile home invasion o in un banale revenge movie poco strutturato invece The gift sceglie la via più difficile e la mantiene con saggezza,con un passo lento (per qualche spettatore forse fin troppo) che accompagna tutta la storia e con le scene tagliate perfettamente nei punti giusti ,mostrando solo il necessario per intuire le scene senza eccessiva violenza .

Non pensate però che The gift sia banale,cadreste in pieno nella trappola di Joel,mostrarci i personaggi in una maniera e poi mostrarne i lati più oscuri,ma non dicendoci mai chi è il vero personaggio,chi finge,per poi arrivare al finale e sciogliere solo in parte questi dubbi sui suoi cupi protagonisti,cupi come i toni usati per le riprese,una fotografia abbinata alla perfezione con al storia creando l’atmosfera adatta a far crescere la tensione .

Ottima recitazione Joel Edgerton si è cucito addosso un ruolo che gli calza a pennello e lo stesso è riuscito a fare anche con Rebecca Hall(Vicky Cristina Barcelona ) e Jason Bateman(Juno)la coppia di protagonisti, che lo ripagano con una prestazione super in grado di aumentare il punteggio di questa pellicola.

Ammetto di essermi accostato alla visione di questa pellicola basandomi sul solo trailer visto al cinema,personalmente partito con l’idea di vedere alla fine il solito horrorino banale e leggero mi sono trovato per le mani una bomba  piacevolmente sorprendente, un ottimo lavoro consigliato a tutti coloro che amano il genere thriller.