Deadpool uccide l’universo Marvel

Il mercenario chiacchierone di casa Marvel ha recentemente guadagnato una vera e propria base di accanitissimi fan in grado di portarlo a spopolare nei botteghini creando una Deadpool Mania , Oggi però parliamo di un fumetto uscito quando tutta questa situazione era forse forse agli inizi,con la casa delle idee che ha da poco scoperto che il personaggio per via delle sue caratteristiche peculiari rende parecchio,niente male per uno che era nato come villan da strapazzo .

Deadpool uccide l’universo Marvel appartiene a quella categoria di storie chiamate “What If”, racconti fuori dalla continuity ufficiale, dove normalmente Uatu l’osservatore ci racconta di universi dove le cose sono andate diversamente da come noi le abbiamo lette e le conseguenze di queste diversità, in questo caso troviamo un Wade ricoverato dagli X-men in un ospedale psichiatrico ,dove ad insaputa di tutti il dottore è il monarca del microverso  Psycho-Man, deciso a fondare un esercito di cattivi ai suoi ordini dopo averli condizionati mentalmente,il processo però ha un effetto diverso su Deadpool,aumenta la sua consapevolezza di essere un personaggio dei fumetti e tramite una vocina malvagia nella sua testa lo guida in una strage di personaggi allo scopo di liberarli dalla loro schiavitù.

Un Idea tanto assurda quanto bella, un vero e proprio power-up perfetto per un personaggio che già di suo ha la percezione distorta della 4 parete,ma che ora vuole arrivare a fondo della questione a modo suo,eliminando i suoi “burattinai”,la storia di  Cullen Bunn è a parere mio riuscita solo a metà, molto interessante nella sua parte meta fumettistica personaggio VS il suo creatore , purtroppo però la storia è breve e costringe per questo lo sceneggiatore a condensare la sua strage universale,poche vignette per eliminare gente come Wolverine o per tutti gli Avengers possono sembrare vere e proprie forzature.

I disegni di Dalibor Talajic aiutano il lavoro di Bunn , sono tavole pulite, classiche e ben impostate, è facile seguire le dinamiche dell’avventura senza troppi fronzoli,non esaltante in generale ma con alcuni momenti di buona qualità come quelli dedicati a Sue e Reed dei F4 e ad Hulk .

Il risultato complessivo è una storia gradevole (lo è ancora di più se siete dei Deadpool fan ) leggera ed autoconclusiva, Deadpool  uccide l’universo Marvel è il riassunto della tipica storia da leggere in un momento di relax magari sotto l’ombrellone in spiaggia.

Stay Tuned.