Goodnight Mommy ( 2014 )

2 gemelli vivono in una isolata casa di campagna insieme alla loro madre, tornata a casa con il viso ricoperto di bende dopo un operazione di chirurgia plastica, i bambini però inizieranno a dubitare della sua reale identità e saranno pronti a tutto pur di dimostrare di avere ragione.

Uscito nella sua madrepatria Austria con il nome di Ich seh ich seh è un thriller horror perturbante diretto a da Veronika Franz e Severin Fiala entrambi alla prima esperienza con un lungometraggio,un ottimo esordio direi.

Goodnight Mommy è facilmente divisibile in 2 tronconi, la prima parte vede il ritorno a casa della mamma,con tutte le stranezze che i gemelli troveranno nel comportamento di essa accompagnati da un ritmo lentissimo e con pochi dialoghi,la sensazione d’oppressione costante simile a quella del più noto Babadook ( incredibile come sia diventato velocemente un metro di paragone ) forse dovuta anche ad una situazione simile fatta di mamma al limite di una crisi e figli con non tutte le rotelle a posto ( cioè…hanno una vasca di scarafaggi in casa ) poi però le cose prendono un’altra via,la madre toglie le bende e mostra il suo viso ma non soddisfa lo stesso la voglia di verità di Lukas e Elias i quali optano per un drastico modo di scoprire la verità ( ora sono cresciuti e lavora per l’esercito USA a Guantalamo )cast ristrettissimo fatto da 3 elementi ovvero i due gemelli Lukas ed Elias Schwarz e la mamma Susanne Wuest, scheletrica al punto giusto per il suo ruolo.

Se la prima parte ci farà sentire in pena per i bambini,la più cruda e diretta parte successiva ribalterà il tutto e le vessazioni toccheranno alla madre,chi ha già numerose esperienze con questo tipo di pellicole purtroppo potrebbe ritrovarsi velocemente con il twist centrale bruciato, i registi nascondono gli indizi però si tradiscono nei dettagli, ma è uno sviluppo che non inficia la bontà del prodotto finale, sia chiaro che Goodnight Mommy preferisce disturbare lo spettatore e giocare con le corde della tensione rispetto alla ricerca di facili jump scare e litri di sangue finto,sfoggia una regia ben strutturata a base di inquadrature fisse e lontane che esaltano l’aspetto asettico della fotografia.

Non è un film per tutti,però Goodnight Mommy è un probabile must see per gli amanti del genere, una perla dalla fredda Austria.

Stay Tuned.

 

 

 

 

2 risposte a “Goodnight Mommy ( 2014 )”

  1. Vero non è per tutti, algido da far male agli occhi, ma ci vogliono i film così ogni tanto 😉 Cheers

    1. Babbano Critico dice:

      Cassidy ma ne venissero 10/100/ 1000 di questi cornetti algida nei nostri cinema anziché lasciare liberi di uscire cosini piccini picciò come Incarnate

I commenti sono chiusi.