Hush (2016)

Maddie è una giovane scrittrice che per finire il suo secondo romanzo si trasferisce in una casetta isolata ,fino a che una notte non riceve le inaspettate attenzioni di un serial killer e dovrà lottare per sopravvivere alla notte.

Beh se la trama fosse semplicemente questa sembrerebbe che il buon Mike Flanagan  l’abbia presa pari pari dal cestone degli Home Invasion di serie B ,che già la immagino come un module pre-compilato dove inserire nome del\dei protagonisti, nickname maschera e motivazione del killer e body count finale;invece il regista e sceneggiatore di Oculus ci infila quella piccola variazione sul tema che permette anche a chi conosce a memoria il genere di considerare il titolo.

ah …non era uno scherzo?? è veramente sordomuta??

Già perchè in Hush  la protagonista Maddie è sordomuta,una cosa cosi strana e sorprendente che il regista si dimentica di comunicarla perfino al serial killer, questo tizio mascherato infatti capiterà senza motivo alla porta di lei e dopo aver accuratamente verificato che la ragazza non stia tentando una truffa ai danni dello stato ( con situazioni fra l’inquietudine e il demenziale) decide che vuole sbloccare l’obbiettivo uccisione con Handicap ( battuta pessima scusate ) dando vita ad un lunghissimo ed inaspettato 1 vs 1 dove non sempre il rapporto preda\predatore sarà quello che lo spettatore si aspetta.

altro che Daryl

Non stiamo parlando di nulla di nuovo,Hush è una semplice e simpatica variazione sul tema che ha un buon punteggio positivo anche grazie alla coerenza interna ,un esempio sono le scene con la balestra dove la protagonista essendo una donna normale e non una cacciatrice professionista, non ha la minima idea di come caricare l’arma ed è in netta difficoltà (soffrendo in silenzio).

beh scusa se la tolgo ma la maschera mi faceva sudare troppo

Il paradiso del low budget,una sola location e 5 attori ( di cui la sorella di lei la vedremo per 2 min in chat,meno del gatto) ovvero: Kate Siegel la protagonista ( e moglie del regista ) ,John Gallagher Jr ( 10 cloverfield lane) il killer , Michael Trucco (Next)  e  Samantha Sloyan( Grey’s Anatomy)  i simpatici vicini in 70 minuti di film ci sono circa 15 min di dialogo e praticamente concentrati nei primi 20 min , tutto il resto è prestazione fisica e tanto movimento.

Alla fine Hush è un buon film,scontato al punto giusto per arrivare alla sufficienza, sicuramente non delude gli amanti del genere , ma nemmeno rimane impresso.

Stay Tuned