Death Tube ( 2010 )

Che bello il mondo cinematografico asiatico, nonostante tutto riesce sempre a trovare qualcosa per sorprendermi, nel bene o nel male sia ovvio però ci riesce anche con questo Death Tube, in patria Satsujin Douga Site, thriller horror Indie diretto da Yôhei Fukuda.

Death Tube è un misterioso sito che sembrerebbe trasmettere immagini di giochi mortali in diretta, dopo averlo visionato online Inouye, il nostro protagonista si risveglierà all’interno di una stanza del gioco e dovrà affrontare e vincere delle prove imposte dal simpatico Ponkichi, un grottesco Winnie the Pooh sadico.

Una trama vista in mille altri titoli, escludendo la simpatica mascotte non c’è praticamente nulla di innovativo nello svolgimento della sceneggiatura e a minare ulteriormente la struttura del film troviamo l’abnorme durata di quasi 2 ore dove i dialoghi e le scene morte superano di gran lunga le scene gore le quali veramente a sorpresa sono molto limitate e spesso avvengono fuori scena, un titolo di questo tipo dovrebbe prendere una scala verticale di tensione, ma qui anziché salire il ritmo scende fino a perdersi in un finale bruttino che tiene le porte al seguito ( uscito lo stesso anno ) .

Le prove sono varie , si parte con un risolvi un cubo di rubik in tot tempo fino alla votazione per decidere chi deve morire, l’inizialmente interessante metodo legato al messaggio del giorno come metodo per evitare morti nelle prove si scontra irrimediabilmente con il genere d’appartenenza e la mancanza di senso di alcune spiegazioni,finendo ovviamente nella competizione mortale.

Recitazione di basso livello per un film girato evidentemente con pochissimi spiccioli, l’orso simpaticone non basta a tenere a galla Death tube che naufraga assestandosi sotto la soglia del 5 .

Stay Tuned.