Friend Request – La morte ha il tuo profilo (2016)

Dopo aver aggiunto una misteriosa ragazza online Laura una studentessa del college , si ritroverà a combattere contro un demone che vuole renderla sola uccidendo tutti i suoi amici.

Friend Request è un Horror 2.0 diretto da Simon Verhoeven, alla sua prima regia fuori dai confini di madre patria Germania ,un titolo giramondo visto che è una produzione tedesca girata in Sudafrica che finge di essere ambientata in USA ;  la pellicola come altre cerca di dare tinte più social al genere horror usando come punto focale della storia il web e la sensazione di isolamento che paradossalmente esso può provocare ,un obbiettivo indubbiamente interessante.

Però il film decide di buttare tutto nel calderone degli elementi da orrore classico ed ecco quindi spuntare riti, demoni e streghe,questi saranno i veri avversari da affrontare per Laura ed i suoi sempre più esigui amici,forse anche per allontanare lo spettro di altri titoli che in precedenza hanno cercato di sfruttare la stessa idea, quindi Simon ed i suoi sceneggiatori abbracciano uno stile maggiormente J-horror , un filone che spesso si è dimostrato abile a sfruttare le tecnologie creando tecno-horror  come il famosissimo the ring, ma anche altri come The Call e Kairo .

 

Il team di Friend Request però  secondo me non ha dimostrato abilità nello sfruttare i mezzi a sua disposizione finendo per avere un risultato dalla trama confusa nei suoi punti cardine nonostante una patinatura ed alcuni spunti siano interessanti, se fosse rimasto per un minutaggio maggiore sulle ambientazioni Tecno Horror ne avrebbe  tratto giovamento.

Nel cast troviamo : Alycia Debnam-Carey ( Fear the Walking Dead ) ,William Moseley  ( Le cronache di Narnia ) ,Connor Paolo  ( Gossip Girl ) e Liesl Ahlers , una recitazione generale convincente ed  in linea con lo stile teen del film.

Viste le tante potenzialità sprecate , Friend Request è secondo me sotto il livello della sufficienza, vicino ma non riesce ad agguantarla, adatto ad una serata teen senza molti fronzoli , pochi e poco validi i tentativi di Jump Scare , meglio i momenti di “animazione”.

Stay Tuned