Gabbar is back (2015)

A tutti gli amanti del cinema come il sottoscritto sarà capito,quella giornata in cui si ha voglia di vedere qualcosa ma tutto sembra palloso o insoddisfacente fino a che un titolo appare come illuminato,spesso un titolo completamente casuale , scelto per qualche motivazione sconosciuta dal nostro cervello,beh in una di quelle sere Gabbar è tornato… (nonostante il titolo…non è un sequel)

Una colonna sonora a tema : l’ intro del film

Gabbar ha creato un rete di vigilantes anti-corruzione che colpisce in modo sistematico gli individui più indegni della pubblica amministrazione. La Polizia è sotto pressione, deve scovare l’uomo che ha ucciso diversi funzionari per ripristinare la moralità. Pawha, il commissario posto a capo dell’operazione si avvale della collaborazione di Sadhuram, un brillante agente costretto a fare da autista ai superiori. Nel frattempo, Aditya conosce Shruti e tra i due sembra nascere l’amore.

Gabbar is back è un film del 2015 diretto da Radha Krishna Jagarlamudi e come facilmente deducibile dal nome del cineasta proviene dall’India,se non avete dimestichezza con i film provenienti da questo stato ( o dai limitrofi),sappiate che la catalogazione standard dei generi li è diversa,questa storia è un tipico film revenge movie ma con un’ accentuata sfaccettatura romantica .

Un antieroe moderno contro la corruzione,che segue i suoi ideali oltre il confine di ciò che è  moralmente giusto o sbagliato,la figura di un rivoluzionario in grado di esaltare le masse con le sue azione e le sue carismatiche parole,un maestro delle arti marziali , peccato che le coreografie quelle standard dei Bollywood, lente e macchinose,niente di spettacolare ,cose che potrebbero essere girate addirittura da Steven Seagal, ma la componente action\rivoluzionaria è comunque buona e raggiunge lo scopo di intrattenere.

La parte “rosa ” invece rallenta ulteriormente le situazioni, tuttavia la sua presenza in un film indiano è quasi imprescindibile quindi nessuno si lamenti ,anche perchè questa trama romantica servirà da motore agli intermezzi cantati,il vero simbolo con cui questi film sono conosciuti all’esterno della madrepatria,qui non sono eccessivamente prolissi o esagerati , 2 o 3 canzoni in tutto nella pellicola , sull’orecchiabilità dipende dal singolo spettatore ma di certo non aspettatevi un pezzo di Pitbull .

I personaggi non sono particolarmente esplorati,molti sono solamente marginali,l’unico esplorato è Gabbar,one man show sul quale la sceneggiatura ruota l’intero universo narrativo,interpretato da Akshay Kumar che in patria è un vero veterano con all’attivo più di un centinaio di film.

Considerando la scelta totalmente randomica che mi ha portato a vedere quest’opera poteva andarmi molto peggio, Gabbar is back raggiunge la quota salvezza,anche se un pochino arrancando , un film  adatto per una notte di totale noia e poco sonno

Stay Tuned

3 risposte a “Gabbar is back (2015)”

  1. Wonderful items from you, man. I’ve take into accout your stuff prior to
    and you’re simply too excellent. I actually like what you have acquired
    right here, certainly like what you’re saying and the way in which wherein you assert it.

    You make it entertaining and you still take care of to stay it smart.
    I can not wait to learn far more from you. This is actually a wonderful website.

  2. I’m amazed, I must say. Rarely do I come across a blog that’s both educative and entertaining, and without a doubt, you’ve hit the nail on the head.
    The issue is something which not enough men and women are speaking intelligently about.
    I’m very happy I stumbled across this during my hunt for something regarding this.

  3. This article presents clear idea in favor of the new users of blogging, that truly how to do blogging.

I commenti sono chiusi.