La truffa perfetta (2012)

La storia è incentrata su John Smith, ingiustamente accusato di avere rubato un prezioso manufatto apache in un casinò. Il malcapitato si ritrova a essere cacciato da assassini, sceriffi, cowboy, indiani, nativi americani, prostitute e sosia di Elvis Presley. E, purtroppo per lui, avrà solo 24 ore di tempo per chiarire la questione ed evitare di essere ucciso.

Michael Winnick ( Code of honor ) scrive e dirige questo film che da noi è uscito come La truffa perfetta ma che a casa propria è conosciuto come Guns, Girls and Gambling, una commedia un pochino sconclusionato che probabilmente voleva essere un thriller, ma che non riesce a convincere .

Ci sono spunti interessanti, personaggi fuori di melone come la galleria di Elvis ( Elvis Elvis, Elvis nano, Elvis Gay, Elvis Asiatico ) e piccoli momenti in la pellicola sembra voler seguire le ombre di Snatch di Guy Ritchie, l’insieme che ne spunta fuori è sicuramente simpatico e per nulla da buttare però manca di qualcosa d’indefinito, la sensazione che di sicuro potevano fare di meglio un po’ tutti, dal regista agli attori.

Il cast vede per protagonista Christian Slater ( Mr Robot ) accompagnato da Chris Kattan  ( The middle ) ,Helena Mattsson ( Iron man 2),  Gary Oldman ( Leon ), Tony Cox ( Babbo bastardo ), Anthony Brandon Wong ( Matrix ) e Powers Boothe ( Sin City ), un insieme di attori sicuramente di buon livello che aumenta ancora di più il senso di mancanza.

La truffa perfetta è un film che non raggiunge la sufficienza al 100%, ma rimane adattissimo per una serata fra amici spensierata fra pop-corn e birre gelate,qualche risata ve la strapperà di sicuro.

Stay Tuned.