Una spia e mezzo (2016)

Tutto inizia nel 1996 in un liceo americano,quando nel mezzo della riunione di fine anno , mentre lo studente prodigio Calvin sta tenendo il suo discorso finale ,Robert Wheirdicht viene catapultato completamente nudo in palestra da alcuni bulli, mostrando a tutti il suo fisico grasso.
20 anni dopo Calvin è sposato con la sua fidanzata del liceo e lavora come commercialista,consapevole di non vivere la vita da star che la scuola aveva prospettato per lui, tutto questo fino a quando arriva una richiesta di amicizia anonima su Facebook da Rob Stone ovvero Robert Wheirdicht.

Alla regia di questa spassosa commedia da noi uscita con il titolo di Una spia e mezzo (Central Intelligence  in originale) troviamo Rawson Marshall Thurber, che in passato ha già colpito il mondo commedy con Come ti spaccio la famiglia  nel 2014 e Dodgeball nel 2004 ,una commedia che sul piano delle meccaniche ha poco di nuovo da offrire, ma che vende bene anzi benissimo quello che ha .

quell’unicorno…su the rock …

Semplice, lineare e per questo solido , Una spia e mezzo conosce il suo target di spettatori,pochi fronzoli stilistici e tante tantissime battute, colpendo su più fronti della comicità passando da battute surreali a battute razziali passando per citazioni cinematografiche più o meno velate,il tutto senza mai cadere nel volgare, che nel 2016 per una commedia porta non pochi punti a suo favore.Nonostante tutta la semplicità a modo suo, con tanta leggerezza il film tocca il tema caldo del bullismo scolastico.

senza mani

A far ruotare tutti gli ingranaggi in maniera fluida è la coppia di protagonisti, il duo formato da Calvin\ Kevin Hart (Facciamola finita ) e Robert\Dwayne “The Rock “Johnson (giusto per ricordare questo pessimo film Hercules: il guerriero ) sfoggia una chimica perfetta,ottima recitazione e buonissimi tempi comici dando sicuramente una marcia in più alla commedia.che nel cast vanta anche Aaron Paul (Breaking Bad), Jason Bateman (Come ammazzare il capo) e Melissa McCarthy (Ghostbusters) Amy Ryan  ( Birdman) , ottimi nomi  ed un lusso per un film di questo tipo.

Inizialmente ho pensato non valesse i soldi di un biglietto del cinema ed ho aspettato l’offerta del mercoledì per vederlo,ma ammetto che sarebbe valso il biglietto pieno,divertente al punto giusto, consigliato per una serata a cervello spento.

Stay Tuned