The Subjects (2015)


8 sconosciuti si ritrovano in una stanza chiusa dove dovranno restare 8 ore per testare gli effetti di una nuova e misteriosa pillola.

Ok, visto solo dal punto della vista della trama The Subjects non sembra assolutamente originale, ma l’opera scritta,prodotta e diretta dall’esordiente Robert Mond in qualche modo si differenzia dai soliti titoli del genere infilandoci all’interno del cinema anti-supereroistico,narrandoci i primi passi che gli 8 tester faranno nello sperimentare i loro poteri,i pericoli nell’imparare a gestirli,le sfaccettature morali.

Ovviamente i protagonisti saranno tutti dotati di un background diversi , abbiamo la party girl , il mago mentalista, la ragazza della porta accanto,il personaggio misterioso e quello sempre in cerca dello scontro fisico o verbale,tutti avranno la loro pillola da ingoiare ed un super potere più o meno cool in attesa d’essere mostrato e sperimentato per i loro tentativi di scappare dalla stanza,per chi come il sottoscritto è abituato al panorama fumettistico ci troviamo di fronte alla narrazione delle origini di un gruppo di  X-men sintetici frutto di una matita indie oppure una versione sgrezza della serie TV Heroes, con dosi di commedy e Splatter buone ma mai fastidiose , la trama non brilla per costanza narrativa,viaggia a piccoli colpi di acceleratore alternati a bruschi rallentamenti senza però mai annoiare del tutto e risultando a fine visione gradevole e fluido, nonostante un finale che potrà lasciare un pochino insoddisfatti

.

I protagonisti di The Subjects non sono un supergruppo in stile Avengers , vivono piccoli sprazzi di coralità e qualche momento individuale , soprattutto dedicato a pochi personaggi, come il Mentalista John e lo scontroso Giggles, nessuno riceverà un grande approfondimento in quanto la sceneggiatura si limiterà a dar loro qualche pennellata per tratteggiarne i contorni lasciandoli bidimensionali,dal punto di vista attoriale la pellicola è di livello standard per un low budget , nessun attore da serie A , ma discreti mestieranti presi dal mondo della tv  come per esempio abbiamo John interpretato da Paul O’Brien ( Home & Away) , Charlotte Nicdao(Camp) in quelli di Lily( Premio simpatia ).

Non un film bellissimo o must see ,ma un film sufficiente per passare una serata leggera senza troppi pensieri,un idea abbastanza originale ( ma non del tutto ) che  probabilmente con qualche soldo in più e qualche nome avrebbe potuto prendere una piega assai diversa .

Stay Tuned

2 risposte a “The Subjects (2015)”

  1. After looking at some of the blog articles on the webpage, I truly like your way of
    writing your blog. I bookmarked it to my
    bookmark webpage list and are checking back soon. Take a look at my website too and let me know your emotions.

    Stop by my web-site :: ClementMWiss

  2. Immediately I am just ready to complete my breakfast, later than having
    my breakfast coming over again to learn more news.

    Review my blog post: LesNLevesgue

I commenti sono chiusi.