The Witch (2016)

Una puritana famiglia del New England si trova in balia di superstizioni e forze oscure dopo la sparizione misteriosa dell’ultimo dei loro 5 figli .

Conosciuto con il sottotitolo di  A New-England Folktale , The Witch segna il debutto alla regia di Robert Eggers , con un classico evergreen , le streghe del New England, quelle del periodo di Salem per darvi un idea( per essere precisi è circa 62 anni prima del processo di Salem ) , un ottimo esordio per diversi aspetti ,Eggers ha svolto ricerche sul periodo storico dove la trama è ambientata, ed ha deciso di seguire l’ardua via del realismo ( ovviamente fin dove possibile in un film sull’argomento ).

Il risultato è un film dall’ottimo impatto visivo,siamo nel 1630,dove i vestiti sono cuciti a mano e le stanze illuminate a lume di candela, l’uomo affronta la natura, perfino gli animali sono veri , niente CGI, Black Philip è un vero caprone leggermente addestrato, tutti piccoli dettagli che sommati portano tanti punti nelle tasche del film.

Quello che importa alla fine è la trama , The Witch ci cuoce nel suo calderone a fuoco lento,lentissimo, la ricetta classica per un clima di paranoia e suggestione, bisogna farla crescere pian piano ,farla serpeggiare nella testa dello spettatore, lasciargli il perenne dubbio fra razionale e irrazionale,ed anche qui Robert prende punti,si prende tempo per mostrarci i personaggi e la situazione generale,ci induce in dubbio e poi scatena la baraonda solo sul finale sanguinolento, ma senza sciogliere quel dubbio,quello serve fino all’ultimo istante ed anche oltre.

Gli attori sono stati scelti con dovizia,facce giuste al posto giusto, abbiamo Ralph Ineson ( HP ed i doni della morte 1,2) nei panni del padre di famiglia , Kate Dickie(Prometheus )  in quelli della madre,Harvey Scrimshaw in quelli del figlio Caleb, la giovanissima Anya Taylor-Joy ( Atlantis) in quelli di Thomasin la protagonista vera e propria della storia e per finire abbiamo i 2 gemelli Mary e Jonas inquietantissimi.

Un dramma familiare con tracce ( forse ) del demonio,questo è il sunto di The Witch , consigliato solo a chi ben sopporta gli sviluppi lenti, se gradite questo genere avrete di fronte a voi un ottimo titolo,più vicino al 7 che alla sufficienza.

Stay Tuned.

 

 

1 risposta a “The Witch (2016)”

  1. Good respond in turn of this question with firm arguments
    and telling all regarding that.

    Review my web-site EunVGramlich

I commenti sono chiusi.