Allied ( 2016 )

Nel 1942, una spia canadese incontra una combattente della resistenza francese in una pericolosa missione dietro le linee nemiche a Casablanca, al loro ritorno a Londra la loro relazione verrà però messa alla prova dalla pressione della guerra.

Allied, in Italia uscito con il sottotitolo 100% spoiler di ‘ Un’ombra nascosta ‘ è un film thriller \ drammatico  diretto da Robert Zemeckis ( la trilogia di Ritorno al Futuro , ma anche Forrest Gump) e scritto da Steven Knight ( Locke, Il sapore del successo ).

Un film  semplice dove nella trama in realtà è già tutto scritto , ma che colpisce ugualmente indossando il profumo della Hollywood patinata di molti anni fa però portata a schermo con una fotografia desaturata, fredda e sicuramente più moderna ( opera del vecchio amico del regista Don Burgess ) ,forse il buon vecchio technicolor avrebbe fornito ad Allied un tocco più vintage, ma è un dettaglio sottile su cui si passa sopra velocemente anche grazie al meraviglioso reparto costumi che vede la presenza di Joanna Johnston ( anche lei vecchia conoscenza dei film di Zemeckis), non si può dire lo stesso sui dettagli anacronistici sparsi qua e la per la trama e che forse sono un pochino più difficili da digerire.

Allied condensa tutta la vera azione nella parte iniziale, quella di Casablanca , dove l’opera probabilmente fornisce il meglio di se per poi rallentare e mostrarci la vita di coppia dei protagonisti e le reazioni di lui alla possibilità che sua moglie sia una spia, il risultato totale non mi ha annoiato anche se alcune parti sarebbero potute essere accorciate riducendo le circa 2 ore del film.

Il film è sulle spalle dei suoi protagonisti , Brad Pitt ( Bastardi senza gloria, Fury )  e Marion Cotillard ( Inception ) il primo alle prese con un ruolo poco dialogato dove la mimica facciale e stata molto più importante delle parole, Marion invece interpreta sinuosamente l’ambiguo ruolo della spia francese rubando la scena a Brad .

Zemeckis ha creato un film ineccepibile nella sua sostanza a scapito del coraggio, Allied è un opera in cui nessuno a rischiato nulla e tutto è troppo facile e pulito, sicuramente siamo sopra la sufficienza e rimane un film consigliatissimo con un paio di scene commoventi ( come il parto sotto il bombardamento )  ,però cercando qualche piccolo passetto verso il baratro dell’incerto avrebbe potuto essere molto di più.

Stay Tuned.