CinemaComics & Book

Blood Father (2016)

0

Un ex-detenuto ritorna in campo per salvare la sua scapestrata figlia di 17 anni scappata di cada e ora nelle grinfie di un gruppo di spacciatori intenzionati ad ucciderla.

Tratto dall’omonimo libro di Peter Craig Blood Father è un thriller action francese diretto da Jean-François Richet ( quello di Assault on Precinct 13 del 2005),88 minuti di cinema vecchio stampo quando i proiettili in scena si pagavano alla tonnellata e lo stealth era casa per 007 e soci.

Vi giuro io non sono Liam

Trama semplice proposta in maniera ruvida e violenta ma che funziona in modo fluido ,basata sul rapporto padre\figlia tipo una specie di Taken con Liam Nelson ma con una figlia molto più bad-ass , la marcia in più di questo film è sicuramente l’attore protagonista ovvero Mel Gibson , che in cerca di sponsor per girare il ritorno della passione di Cristo decide di passare del tempo a menare le mani e non porgere l’altra guancia a nessuno con un look mix tra Easy Rider e Mad Max e la stessa voglia di non mollare di Braveheart,dimostrazione del valore aggiunto importantissimo di avere l’uomo giusto al posto giusto .

Sicuramente non è l’unico, insieme a Mel infatti troviamo la figlia interpretata da Erin Moriarty  ( Jessica Jones ) e poi Diego Luna ( Star Wars: rogue one ) ,Michael Parks ( Grindhouse ) e William H. Macy ( Shameless) , tutti attori in grado di fornire una prova solida e senza sbavature.

Fosse uscito qualche decennio fa magari il punteggio sarebbe  stato un tantino più alto, ma siamo comunque abbondantemente oltre il 6 ,ben fatto.

Stay Tuned.

Marcello Portolan
Globetrotter del mondo Nerd. Cresciuto tra videogame, fumetti e cinema, crescendo ha deciso di affrontare il mondo impervio della scrittura per dare sfogo alle voci nella sua testa, nate durante la visione di film demenziali da ogni parte del mondo. Fondatore de Il Babbano Critico e redattore presso ProjectNerd.it

Beta Test (2016)

Previous article

Lost After Dark (2015)

Next article

You may also like

Comments

Comments are closed.

More in Cinema