Blood Father (2016)

Un ex-detenuto ritorna in campo per salvare la sua scapestrata figlia di 17 anni scappata di cada e ora nelle grinfie di un gruppo di spacciatori intenzionati ad ucciderla.

Tratto dall’omonimo libro di Peter Craig Blood Father è un thriller action francese diretto da Jean-François Richet ( quello di Assault on Precinct 13 del 2005),88 minuti di cinema vecchio stampo quando i proiettili in scena si pagavano alla tonnellata e lo stealth era casa per 007 e soci.

Vi giuro io non sono Liam

Trama semplice proposta in maniera ruvida e violenta ma che funziona in modo fluido ,basata sul rapporto padre\figlia tipo una specie di Taken con Liam Nelson ma con una figlia molto più bad-ass , la marcia in più di questo film è sicuramente l’attore protagonista ovvero Mel Gibson , che in cerca di sponsor per girare il ritorno della passione di Cristo decide di passare del tempo a menare le mani e non porgere l’altra guancia a nessuno con un look mix tra Easy Rider e Mad Max e la stessa voglia di non mollare di Braveheart,dimostrazione del valore aggiunto importantissimo di avere l’uomo giusto al posto giusto .

Sicuramente non è l’unico, insieme a Mel infatti troviamo la figlia interpretata da Erin Moriarty  ( Jessica Jones ) e poi Diego Luna ( Star Wars: rogue one ) ,Michael Parks ( Grindhouse ) e William H. Macy ( Shameless) , tutti attori in grado di fornire una prova solida e senza sbavature.

Fosse uscito qualche decennio fa magari il punteggio sarebbe  stato un tantino più alto, ma siamo comunque abbondantemente oltre il 6 ,ben fatto.

Stay Tuned.