Navy Seals VS Zombies (2015)

Un film con un titolo cosi onesto che descrivere la trama è quasi superfluo,parla esattamente di un gruppo di Navy Seals alle prese con un invasione zombie mentre svolgono una missione per portare in salvo il vice presidente da New Orleans .

Navy Seals VS Zombies è uno Zombie movie low budget che vede il debutto cinematografico di Stanton Barrett ( Prima stuntman di cinema e serie tv ), la sceneggiatura soffre di un’acuta sindrome da montagne russe,decente in alcuni tratti ma insensata in altri,soprattutto nel finale , quando i nodi dovrebbero venire al pettine troppe cose rimangono sospese nel nulla,dette cercando di dare un senso ad altre scene ,ma senza avere approfondimento o collocazione; altro punto negativo è rappresentato dalla presenza di numerosi clichè del tipo la recente morte di uno dei membri della squadra militare di elitte (che si considera come una famiglia) ,sostituito da un novellino insicuro ed in cui gli altri ripongono inizialmente poca fiducia,praticamente un grande classico ,cosi come molti altri.

Leggermente meglio ( ma non troppo) gli zombie,non propriamente centrati nello standard classico,ma nemmeno gli stupidissimi “runner”,sono forti,veloci e pure abbastanza svegli,alcuni però non sono stati avvisati di questo power up e continueranno a fare i “walker” dando un amplio effetto confusione,i figuranti sono dotati di make up vari che vanno dall’appena accennato allo zombie di lungo corso.

La CGI si poggia su quel confine che sta fra l’asylum è l’amatoriale,alcune esplosioni sono chiaramente prese da qualche tools free trovabile nel web,quindi ovviamente la grafica non è un punto a favore di Navy Seals VS Zombies.

Nel cast troviamo Ed Quinn ( Eureka), Michael Dudikoff (American Ninja e seguiti) , Mikal Vega (Transformers 3 e 4 con 2 personaggi diversi ),Damon Lipari ,un gruppo sicuramente di livello non eccelso,ma che non vengono aiutati nel risultare credibili da alcuni momenti WTF (tipo gruppo di soldati in missione segreta che si chiama perennemente per nome durante le chiamate)  e nemmeno dai dialoghi abbastanza nonsense.

Un film che non raggiunge la sufficienza ,nemmeno gli abissi più profondi ,galleggia in fra il 4 ed il 5 , non è imperdibile ma per gli amanti degli Z-movie può essere una pellicola passatempo in mancanza di altro.

Stay Tuned