Spectral ( 2016 )

Spectral è un film action sci-fi che segna l’esordio dietro la macchina da presa per Nic Mathieu , inizialmente questo film non era destinato ad avere l’etichetta Netflix original in copertina, alle spalle del progetto inizialmente erano presenti 2 colossi come la Leggendary e la Universal, quest’ultima per vari motivi ha abbandonato il progetto in corsa e mentre tutto sembrava destinato ad affondare netflix ha salvato tutti ed esposto la sua effige.

Alla fine dei 107 min di visione la mia prima impressione è stata, mi hanno rifilato un film che contiene la trama della prossima campagna di Call of Duty ?? perchè effettivamente se cosi fosse tanto di cappello agli sceneggiatori invece no è solo un film che s’incentra su una guerra futura ( senza background ) in terra Moldava , dove i soliti marines annoiati da fare tiro a segno con i ribelli ( che noi non vedremo mai )  si trovano ad affrontare delle strane creature inarrestabili e per  capire come sconfiggerle insieme a loro si unirà MacGyver un ingegnere militare.

 

2 mollette, del filo di rame e ...bam il risultato
2 mollette, del filo di rame e …bam il risultato

Il film scorre in maniera fluida, con plothole e momenti wtf degni di nota tipo gente che costruisce arsenali hi-tech di prima categoria con lo scatolone fabbricone dell’albero azzurro , sopravvivendo a questi piccoli scossoni Spectral offre una CGI discreta per il budget a sua disposizione .

Nel cast troviamo James Badge Dale ( 13 hours ) ,  Emily Mortimer ( La pantera Rosa ) , Bruce Greenwood ( Io Robot ) , Max Martini ( Pacific Rim ) , buona recitazione ma chiusa in personaggi molto bidimensionali come di consueto in film di questo tipo.

Siamo sotto la personale sufficienza, da vedere in una serata di noia, ma nulla di troppo serio, qualche piccolo accorgimento in sceneggiatura e le cose sarebbero potute certamente migliorare.

Stay Tuned